Maccheroncini di Campofilone IGP Bio Marcozzi

250 gr

4,50

Maccheroncini di Campofilone IGP Bio Marcozzi
I Maccheroncini di Campofilone hanno il riconoscimento IGP che ne certifica la tipicità, il legame con il territorio, la qualità delle materie prime e la lavorazione artigianale.
Pasta all’uovo Marcozzi di Campofilone. Sottile, porosa e dall’ottima resa in cottura. Fatta oggi come una volta, con ingredienti semplici e genuini. Solo semola di grano duro e uova, per un sapore delicato ed inconfondibile. Alta qualità made in Italy.

Ingredienti
Semola di grano duro uova 35,3%

Certificazioni: certificazione biologica, IGP
Cottura: 1/2 minuti
Spessore e larghezza: 0,6/0,7 mm – 1 mm
Lunghezza: 45-55 cm

Confezione da 250 gr (4 persone)

La storia dei Maccheroncini di Campofilone IGP Bio Marcozzi
La tradizione della pasta all’uovo di Campofilone inizia secondo leggende popolari parlate e scritte fin dal 1400. I primi documenti certi che si riferiscono a questa pasta denominata anche “capelli d’angelo” risalgono al Concilio di Trento del 1560 in cui vengono citati con la dicitura “così sottile da sciogliersi in bocca” rifacendosi alla loro caratteristica di essere molto sottili.

I Maccheroncini sono anche citati in quaderni di cucina di alcune casate nobili del 1700 e del 1800 come i conti Stelluti Scala e i conti Vinci. Inoltre il poeta Giacomo Leopardi nei suoi 49 piatti che più desiderava, elencava tre modi diversi in cui preferiva i prodotti di pasta all’uovo di Campofilone come promemoria per i suoi cuochi.

Tradizione – Quando la domenica aveva il sapore della festa
C’era un tempo in cui il calore delle emozioni nasceva attorno alla tavola. Quando le massaie si alzavano presto per ripetere un antico rito fatto di gesti semplici e sapienti. C’era un tempo in cui nonna Adelina, con le sue mani ruvide e sapienti, impastava la semola di grano duro insieme alle uova. Stendeva la pasta con il mattarello fino ad ottenere sottili, morbide e dorate sfoglie, che faceva riposare in panni di cotone. Tagliava poi la sfoglia in fili sottili sottili, che a guardarli bene sembravano “capelli d’angelo”, e li lasciava essiccare in una stanza ventilata.
Ecco qui la famosa “pasta della domenica”: i Maccheroncini di Campofilone.

Il pastificio Marcozzi utilizza per la linea Bio le migliori materie prime provenienti da agricoltura biologica per garantire una pasta di eccellente qualità, in grado di salvaguardare l’ambiente in quanto il Bio bandisce l’agricoltura chimica. La linea Bio è ideata per rispondere alle crescenti richieste di mercato dei prodotti bio e per soddisfare le necessità di chi è attento ad un’alimentazione sana e naturale.

Origine – Il tipico sapore di una terra autentica
Per la pasta Marcozzi di Campofilone, l’origine è tutto. Perché tutto nasce in un territorio unico per tradizione: Campofilone. Qui i segreti del passato si fondono con ingredienti naturali per dare vita a un prodotto sano e genuino. Solo semola di grano duro e uova fresche no OGM, senza coloranti né conservanti. Una pasta all’uovo trafilata al bronzo e a lenta essiccazione, dalla sfoglia morbida e sottile, veloce da cuocere e dall’ottima resa in cucina. La scelta ideale per le ricette più creative.

Il 13 novembre 2013 i famosi Maccheroncini di Campofilone hanno ricevuto il riconoscimento IGP: un marchio d’origine che viene attribuito dall’Unione Europea a quelle tipicità agricole ed alimentari che sono prodotte in un’area geografica determinata, in questo caso a Campofilone. I Maccheroncini di Campofilone IGP possono essere prodotti soltanto nel comune di Campofilone rispettando un rigido disciplinare di produzione.

La dieta mediterranea
Marcozzi si impegna nella divulgazione delle proprietà della dieta mediterranea, riconosciuta dall’UNESCO come bene protetto e inserito nella lista dei patrimoni immateriali dell’umanità. Infatti, un’alimentazione sana e genuina aiuta a mantenere uno stato di salute e benessere ottimale.

Il Territorio
Marcozzi punta alla valorizzazione del territorio: crede fermamente che la collaborazione e la sinergia tra le varie aziende locali siano fondamentali per crescere, innovare e diffondere la cultura delle tradizioni in Italia e all’estero.

Marcozzi e Sostenibilità Ambientale – La nostra pasta rispetta l’ambiente
Da tempo Marcozzi si impegna a mantenere e migliorare la qualità dell’ambiente in cui opera, riducendo al minimo l’impatto ambientale della sua filiera produttiva utilizzando energie rinnovabili in grado di ottimizzare l’energia elettrica con una consistente riduzione dell’impatto ambientale.

Il Packaging
Il pastificio Marcozzi utilizza un astuccio completamente riciclabile per tutelare la natura e agevolare pratiche a basso impatto ambientale. L’astuccio è realizzato in pura cellulosa e presenta una finestra in PLA – Acido polilattico (Bioplastica) ossia con materiale biodegradabile e compostabile.
Una “piccola accortezza” che dà un grande vantaggio: l’astuccio può essere completamente conferito nella raccolta della carta. L’azienda Marcozzi ha anche apportato delle migliorie all’imballo primario ottimizzando la dimensione dell’astuccio: si è scelto di ridurre l’altezza dello stesso, ossia da 26 cm a 25 cm, sia per un minor consumo di carta che per un minor impatto ambientale legato all’incidenza di trasporto.

Filiera produttiva
1 – Uova e semola di grano duro: Uova fresche da galline italiane che razzolano a terra all’interno di allevamenti non intensivi, nutrite con cereali privi di OGM. Semola di grano duro selezionata, proveniente da campi di grano italiani.

2 – Impasto morbido: La semola di grano duro viene impastata lentamente con le uova (35% sul totale) per almeno 30-40 minuti, fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico.

3 – Trafilatura al bronzo: L’impasto viene lavorato utilizzando trafile in bronzo. Questo dona alla pasta un aspetto ruvido e poroso, ideale per legarsi bene ad ogni condimento.

4 – Sfoglia sottile e delicata: Sfogliatura sottile della pasta che, nel caso dei Maccheroncini, garantisce uno spessore inferiore a 0,7 mm. Un primato che pochissimi in Italia possono vantare e che si traduce in una maggiore velocità di cottura, in un gusto delicato e un’alta digeribilità.

5 – Caratteristico foglietto: Operazione tipica dei pastai di Campofilone, ancora oggi affidata solo al nostro personale più abile. Consiste nel disporre manualmente i fili di pasta su fogli di carta con la lama di un coltello. I bordi dei fogli di carta vengono poi piegati per proteggere il prodotto.

6 – Lenta e graduale essiccazione: I foglietti con la pasta fresca vengono adagiati in appositi telai, per poi passare alla prolungata essicazione (20-36 ore) a bassa temperatura (28°-54°). L’essiccazione viene personalizzata in relazione all’umidità e alla ventilazione per ogni formato. Nell’ottica di una produzione eco-sostenibile, gli essiccatoi sono alimentati da energia solare.

7 – Controlli rigorosi: Controllo del peso con bilancia digitale. Esame visivo di ogni foglietto realizzato e asciugato. Controllo dell’umidità con termobilancia. Prova cottura e assaggio a campione. Verifica dell’eventuale presenza di particelle metalliche sul prodotto confezionato tramite metal detector. Analisi chimica e microbiologica a campione.

8 – Confezionamento: Due foglietti di pasta all’uovo essiccata vengono inseriti manualmente all’interno della confezione. Le indicazioni del lotto e della data di scadenza vengono stampate sulla confezione per garantire la rintracciabilità del prodotto e una trasparenza totale.

 

Reviews

There are no reviews yet.

Only logged in customers who have purchased this product may leave a review.

Potrebbe anche piacerti